Le vie degli orti

percorsi slow nell'Alt(r)a Versilia e dintorni

Pubblicato da Cinzia il 9 dicembre 2013

Non è facile ogni anno mantenere un livello così alto e accurato.

A BTO si incontrano professionisti del turismo , esperti marketing e comunicazione, web designer , bloggers e giornalisti

Non è facile trovare un trait d’union, ma la magia di Bto unisce e non tradisce . Unisce coloro che hanno voglia  di confrontarsi e di crescere; irradia energia e si torna a sempre a casa  con dei bei regali, con le pile ricaricate perchè davvero . IT is me .

Troppo spesso ci sentiamo soli nel nostro lavoro , anche un pò controcorrente , con poche occasioni di confronto . Bto crea connessioni , fa squadra :

la squadra di uniItalia diversa che ” si rimbocca le maniche” che cerca di trasmettere quanto  il marchio Italia  sia un bellissimo racconto.

Quest’anno avrei voluto avere il dono dell’ubiquita, ma ho dovuto scegliere :-)

Ho scelto  qui    solo  il mio percorso emozionale , anche se il mio BTO è stato frenetico e pieno di Panel .

Sono partita dall’inizio : dalla nascita del viaggio . Dove nasce un viaggio, l’idea di un viaggio?

dalla rappresentazione geografica del territorio di Franco Salvatori alla sua fruibilità  con ‘   Progetto Terra e Acqua di Marco Fumagalli , al suo valore senza aver paura di fare marketing del territorio .

Il territorio e la sua cultura si raccontano e come si raccontano? Story teller is you

Si raccontano con la passione , la sincerità di chi lo abita  e con la simpatia e la freschezza di Rocco Rossitto e Paola Faravelli che hanno fatto sembrare ovvio, ciò che ovvio non è .

E per finire, si racconta  sintonizzando i luoghi con le persone , con la poesia , l’emozione e la magia di Mafe De Baggis e Filippo Pretolani (ROI STORYTRAVELLING) che hanno fermato il tempo .

Grazie  e arrivederci a BTO2014

I commenti sono chiusi.